Concorso DARTS – Nuove storie sul passato di Villa Rufolo

Villa Rufolo facciate
Il restauro sancisce la “resurrezione” del Complesso Monumentale di Villa Rufolo
31 ottobre 2015
Cupoleslide
CHAMBER MUSIC 2016
14 gennaio 2016
Show all

Concorso DARTS – Nuove storie sul passato di Villa Rufolo

darts

Sei un artista digitale o uno scrittore? Partecipa ai concorsi DARTS!
C’è tempo fino al 25 novembre!!
il progetto europeo DARTS (Digital Art and Storytelling for Heritage Audience Development), uno dei 4 progetti italiani di cooperazione a piccola scala finanziato da Europa Creativa in 2014, lancia i concorsi internazionali di arte digitale e scrittura creativa.. L’obiettivo è quello di coinvolgere giovani creativi europei per sperimentare nuove forme di valorizzazione del patrimonio architettonico europeo. I partner del progetto chiedono ai partecipanti di raccontare nuove storie sul passato di tre edifici storici, sede delle loro istituzioni: la Villa Rufolo a Ravello in Italia; il castello di AldenBiesen in Belgio; il castello di Mattia Corvino in Transilvania, Romania.
I concorsi si rivolgono a giovani artisti e scrittori che abbiano compiuto 18 anni, che potranno partecipare presentando uno o più lavori originali realizzati da soli o in team. Il tema dei concorsi è legato agli edifici storici. Storie, personaggi, foto, documenti, eventi sono raccolti nel sito del progetto (www.e-darts.eu) per stimolare e ispirare nuove forme attraverso cui raccontare i secoli di storia di questi luoghi.
I concorsi avranno un’insolita durata. Dal loro lancio alla loro chiusura passerà un anno. I partecipanti passeranno attraverso due fasi che saranno diverse per il contest di arte digitale e per quello di scrittura creativa.
Nella prima fase del concorso di arte digitale la giuria internazionale di esperti (Marco Mancuso, critico e curatore; Wim Tilkin, artista poliedrico; Sabin Borş, curatore e scrittore d’arte) selezionerà 18 opere, 6 per ogni edificio storico. Gli artisti così selezionati potranno trascorrere gratuitamente un fine settimana nell’edificio storico da loro scelto come fonte di ispirazione per finalizzare il proprio lavoro, visitando personalmente i luoghi, respirando il genius loci, scattando fotografie, facendo disegni, raccogliendo fonti e materiali utili, intervistando le persone del luogo.
Nella seconda fase del concorso la giuria di esperti sarà presieduta da Michel Reilhac, originale regista e storyteller transmediale francese. Saranno scelte tre opere, una per edificio storico, che saranno premiate durante il Festival Internazionale di Ravello, un evento unico che si ripete ogni anno richiamando artisti e musicisti provenienti da ogni parte del mondo. I vincitori riceveranno un premio in denaro (500€), la possibilità di vedere installata la propria opera presso gli edifici storici e un soggiorno gratuito di due settimane a scelta presso la Fondazione d’arte Trossi Uberti di Livorno o presso una delle residenze reali aderenti all’associazione europea ARRE. Queste residenze metteranno a loro disposizione un atelier dove gli artisti potranno esporre le proprie opere.
Nella prima parte del concorso di scrittura creativa le storie saranno valutate dalle giurie nazionali di esperti, le migliori saranno tradotte in lingua inglese e sottoposte alla valutazione della giuria internazionale, composta dallo storyteller Frank Degruyter, dallo scrittore Martino Gozzi e dalla storica Raluca Bem Neamu. I vincitori riceveranno un premio in denaro (€500) e saranno invitati come ospiti speciali al Festival Internazionale di Storytelling ad Alden Biesen in Belgio, dove potranno vivere in diretta il backstage del festival, conoscere affermati storytellers provenienti da tutto il mondo e respirare la magica atmosfera delle storie raccontate e animate da voce e corpo. Le loro opere saranno inoltre pubblicate in un’edizione speciale che sarà distribuita anche online.
Nel sito web del progetto gli artisti e gli scrittori avranno un proprio spazio virtuale, dove inserire la propria biografia, caricare e raccontare i propri lavori, tracciare il proprio percorso creativo, inserire i post dei propri profili social. In tale spazio potranno raccontarsi e mettersi a confronto.
Gli utenti internet potranno fruire dello spazio virtuale per lasciare commenti e dare un voto di preferenza ad un’artista, uno scrittore o ad un’opera. Le opere più votate alla fine dei concorsi otterranno un riconoscimento da un’importante organizzazione culturale europea.
Nell’ambito del progetto è prevista anche la proiezione itinerante di un video che raccoglierà le migliori opere che avranno partecipato ai concorsi. Il video sarà proiettato direttamente sulle mura degli edifici storici amplificando il gioco di rimandi tra passato e futuro.